Home » Notizie

Notizie

Dr Umbria-Ingegneria della sicurezza ed analisi dei rischi in ambito industriale

Dr Umbria-Ingegneria della sicurezza ed analisi dei rischi in ambito industriale - gruppoinnovare

Dr Umbria - 20 borse di studio per il master di I livello in "Ingegneria della sicurezza ed analisi dei rischi in ambito industriale" - a.a. 2017-2018

E’ stata prorogata al 4 dicembre 2017 la data di scadenza per la presentazione della domanda di ammissione al master di I livello in "Ingegneria della sicurezza ed analisi dei rischi in ambito industriale", attivato presso il Dipartimento di Ingegneria dell'Università degli Studi di Perugia in collaborazione con la Direzione regionale Inail Umbria, ha durata annuale e prevede il conseguimento di 60 crediti formativi.

La Direzione regionale Umbria finanzia n. 5 borse di studio a copertura totale e n. 15 borse di studio a copertura totale per la partecipazione al master di I livello in "Ingegneria della sicurezza ed analisi dei rischi in ambito industriale", le domande di ammissione devono essere recapitate all'ateneo dell’Università degli Studi di Perugia entro e non oltre il 4 dicembre 2017 secondo le modalità indicate nel bando.

https://www.inail.it/cs/internet/attivita/prevenzione-e-sicurezza/agevolazioni-e-finanziamenti/scuole-e-universita/master-ingegneria-sicurezza-17-18-umbria.html

Aiuti alle imprese in caso di assunzioni dei Tirocinanti Area del cratere Marche

Aiuti alle imprese in caso di assunzioni dei Tirocinanti Area del cratere Marche - gruppoinnovare

“Aiuti alle imprese in caso di assunzioni di tirocinanti – Area marchigiana del cratere, di cui al DDPF n. 155 del 19/05/2017”

Il presente Avviso è rivolto a datori di lavoro privati, Microimprese e Piccole e Medie Imprese, cosi come definite nell’Allegato I del Regolamento (UE) n. 651/2014, che intendono trasformare i tirocini in contratti a tempo indeterminato (contributo di importo massimo pari ad Euro 10.000,00) o a tempo determinato di almeno 24 mesi (contributo di importo massimo pari ad Euro 5.000,00). 

Gli importi sono elevabili del 30% in caso di assunzioni di lavoratori disabili, aggiuntive alla quota del collocamento obbligatorio. 

La richiesta del contributo per l’assunzione, deve essere effettuata entro e non oltre i 6 (sei) mesi successivi alla conclusione del tirocinio. 

L’aiuto sarà concesso in regime “de minimis” nel rispetto delle disposizioni di cui al Reg. UE 1407/2013.  

Le domande presentate sono periodicamente esaminate dalla Commissione di Valutazione sulla base dell’ordine cronologico di presentazione delle stesse e fino ad esaurimento delle risorse finanziarie stanziate nel presente Avviso e nella DGR n. 456/2017; le domande dovranno comunque essere presentate entro il 31/12/2018. 

25.000 € a TASSO ZERO - Area Cratere del Piceno

25.000 € a TASSO ZERO - Area Cratere del Piceno - gruppoinnovare

 

Nasce il Microcredito NotarAct, un finanziamento a tasso zero concesso a start-up ed alle Imprese che hanno subìto danni nelle zone colpite dal terremoto nel Piceno. 

Nello scorso dicembre l’Associazione NotarAct ha organizzato un evento ad Ascoli Piceno nel quale ha raccolto donazioni provenienti dagli stessi Notai, intervenuti all’iniziativa, e da varie imprese e persone del territorio. 

 

La somma raccolta dall’Associazione è stata donata interamente alla Fondazione Ottavio Sgariglia Dalmonte per la creazione di uno strumento finanziario utile a risollevare l’economia del territorio Piceno. 

L’iniziativa consentirà l’erogazione di un microcredito (massimo 25.000 euro) a tasso zero e senza alcun altro costo a circa 20 Imprese, per un plafond complessivo di 400.000 Euro. 

Il Microcredito NotarAct realizzato dalla Fondazione Sgariglia non è semplicemente un prestito a tasso zero, ma si prefigge di sostenere le imprese anche attraverso una attività di tutoraggio utile ad indirizzare l’attività dell’imprenditore; nuove imprese o imprese esistenti da non più di 5 anni nell’area cratere del sisma della Provincia di Ascoli Piceno.  

ROA: Tecnico Esperto Radiazioni Ottiche Artificiali e Naturali

ROA: Tecnico Esperto Radiazioni Ottiche Artificiali e Naturali - gruppoinnovare

Cosa sono le radiazioni ottiche?

Per radiazioni ottiche si intendono tutte le radiazioni elettromagnetiche nella gamma di lunghezza d'onda compresa tra 100  nm e 1 mm. Lo spettro delle radiazioni ottiche si suddivide in radiazioni ultraviolette, radiazioni visibili e radiazioni infrarosse.

Le sorgenti di radiazioni ottiche possono inoltre essere classificate in coerenti e non coerenti: 

Le prime emettono radiazioni in fase fra di loro, e sono generate da LASER , mentre le seconde emettono radiazioni sfasate e sono generate da tutte le altre sorgenti di radiazioni ottiche.

Tutte le radiazioni ottiche non generate dal Sole (radiazioni ottiche naturali) sono di origine artificiale, cioè sono generate artificialmente da apparati e non dal Sole.

Principali effetti dannosi della radiazione ottica sull’occhio e la pelle:

La tipologia di effetti associati all’esposizione a ROA dipende dalla lunghezza d’onda della radiazione incidente, mentre dall’intensità dipendono sia la possibilità che questi effetti si verifichino che la loro gravità, l’interazione della radiazione ottica con l’occhio e la cute può provocare effetti acuti a lungo termine.

Oltre ai rischi per la salute dovuti all’esposizione diretta alle radiazioni ottiche artificiali esistono ulteriori rischi indiretti come la sovraesposizione a luce visibile (disturbi temporanei visivi, quali abbagliamento, accecamento temporaneo), i rischi di incendio e di esplosione innescati dalle sorgenti stesse e/o dal fascio di radiazione e ulteriori rischi associati alle apparecchiature/lavorazioni che utilizzano ROA quali stress termico, contatti con superfici calde, rischi di natura elettrica, di esplosioni od incendi come nel caso di impiego di LASER di elevata potenza ecc…

Gli esperti del nostro team sono formati e qualificati sulla base di conoscenze teorico-scientifiche e pratico-applicative per la VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA RADIAZIONI OTTICHE INCOERENTI E COERENTI (sia ARTIFICIALI CHE NATURALI) e delle MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE dei lavoratori dalle esposizioni.

Ogni ERO (Esperto Radiazioni Ottiche) / ASL - TSL (Addetto Sic Laser - Tecnico Sic Laser) ha seguito un percorso di qualificazione professionale, in termini di compiti e responsabilità, che attesta il “possesso di conoscenze specifiche in materia” come richiesto dall’art.181 comma 2 del D.Lgs.181/08

COME CAMBIA LA SICUREZZA DEL LAVORO NELL'ERA DELL'INDUSRIA 4.0

COME CAMBIA LA SICUREZZA DEL LAVORO NELL'ERA DELL'INDUSRIA 4.0 - gruppoinnovare

A causa dei cambiamenti nell’industria l’Inail prende le misure dei nuovi rischi e sta esaminando le linee guida per indirizzare l’Industria 4.0 ad uno sviluppo più sicuro.

Nel 2015, in collaborazione con le Università (Bric), è stato realizzato Sisom, un sistema di assistenza che tramite tablet o un visore, consente di individuare il problema di un macchinario e di procedere con la manutenzione. L’Istituto ha preso in esame anche la formazione ed il controllo dei dipendenti attraverso dei dispositivi wearable (cellulare/tablet) “se si deve operare in una zona pericolosa, il device permette di rilevare la presenza dell’operatore e di impedire che la macchina si riavvii quando quest’ultimo non è ancora in sicurezza”.

La gestione centralizzata può costituire un salto di qualità nella gestione della sicurezza aziendale interna, soprattutto nei grossi impianti, tuttavia si profila un’invasione della privacy del dipendente, e qui l’Inail sta studiando gli strumenti normativi da mettere in campo.

Un altro dei problemi è l’insieme dei macchinari, se un imprenditore acquista una serie di macchinari certificandola e poi decide di integrarla con altri modificandone l’insieme e non li certifica, manca l’analisi e la valutazione dei rischi.

Il nuovo bando Inail vuole misurare l’efficacia di strumenti come la realtà aumentata o la manutenzione assistita per poter ridurre l’esposizione dei lavoratori al rischio di infortuni.

Grazie a Ucimu ed Aita l’Inail sta costruendo una checklist dei punti da tenere in considerazione per la sicurezza nel rapporto uomo-macchina all’interno della moderna Industria 4.0

VISITATORI

gruppoinnovare

QR CODE Gruppo Innovare srl

gruppoinnovare

Seguici anche su LinkedIn

gruppoinnovare

Sfoglia la nostra brochure

gruppoinnovare

Segui i nostri aggiornamenti su Google Plus