Home » Notizie

Notizie

3 ANNI di GRUPPO INNOVARE srl

3 ANNI di GRUPPO INNOVARE srl - gruppoinnovare

 

 Oggi 30 Maggio 2019 a 3 anni dal giorno in cui abbiamo fondato la nostra azienda siamo fiere di essere riuscite nel nostro intento...


Un grazie speciale va ad i nostri clienti che si affidano a noi ed ai nostri collaboratori che sono sempre a vostra disposizione!


365 volte grazie X 3 πŸ€©πŸŽ‰πŸŽˆ3οΈβƒ£βœ”οΈ 

 #GruppoInnovareSrl 

πŸ’ΌπŸ‘‘β™Ÿ #3anni 

PASQUA 2019

PASQUA 2019 - gruppoinnovare

 

Tantissimi auguri da tutti noi!

 

β’Ίβ’Άβ“ˆβ“‰β’Ίβ“‡ πŸ₯šπŸ£πŸ₯

 

 I nostri uffici rimarranno chiusi solo nei giorni festivi...

Sempre operativi... πŸ’ΌπŸ‘‘β™Ÿ 

 

#Pasqua2019 #Auguri 

#GruppoInnovareSrl 

IL MODELLO ORGANIZZATIVO DI GESTIONE DEI RISCHI 231/2001

IL MODELLO ORGANIZZATIVO DI GESTIONE DEI RISCHI 231/2001 - gruppoinnovare

Il Modello 231 costituisce uno strumento volontario che l’impresa può attuare per prevenire tutta una serie di reati che possono provocarle non pochi problemi.

Un Modello Organizzativo 231 di prevenzione dei rischi costituisce uno strumento importante per l’azienda a livello organizzativo e gestionale perché offre all’impresa la possibilità di evitare grossi problemi e sanzioni importanti.

Adottare un Modello Organizzativo 231 offre un altro grande vantaggio per l’azienda che consiste nel permettere di ottenere, ogni anno, una elevata riduzione dei premi assicurativi INAIL  (OT/24) che può arrivare fino al 40%, combinato con il meccanismo del bonus malus, rappresenta certamente un investimento per l’azienda e si integra (non sostituisce o duplica o si sovrappone) con le principali norme ISO (qualità, sicurezza e ambiente, ecc…).

 

β–Ί Specifiche nell'allegato β¬‡οΈ

REGIONE MARCHE: le misure di prevenzione per i rischi di caduta dall'alto

REGIONE MARCHE: le misure di prevenzione per i rischi di caduta dall'alto - gruppoinnovare

Il 12 novembre 2018 è stato approvato il “Regolamento regionale di competenza della Giunta regionale concernente le misure di prevenzione e protezione dai rischi di caduta dall'alto, in attuazione della legge regionale 22 aprile 2014, n.7”.

La Regione Marche approva il regolamento operativo di una legge regionale sulle cadute dall’alto per migliorare le condizioni di sicurezza di coloro che operano su coperture di edifici.

La legge, che riguarda sia i lavoratori, già tutelati dal Testo Unico in materia di salute e sicurezza (D.lgs.81/2008) che altre tipologie di soggetti come, ad esempio, proprietari e amministratori di condominio – prevede la realizzazione degli apprestamenti finalizzati a prevenire la caduta dalle coperture sia nelle nuove costruzioni, sia in occasione di interventi di manutenzione per la cui esecuzione sia necessario l’accesso incopertura, oltre che nel caso di realizzazione di nuovi impianti tecnici in copertura.

Come previsto dall'articolo 6 della legge regionale 7/2014, il regolamento detta le disposizioni necessarie all'attuazione della legge regionale e in particolare individua le prescrizioni tecniche da adottare in relazione alle misure di prevenzione e protezione e specifica la documentazione di cui all'articolo 4, comma 1, lettere a) e b) , della legge medesima, nonché le modalità di presentazione della stessa. E a seguito delle modifiche apportate dalla legge regionale 30/2018, il regolamento non si limitata a disciplinare l'elaborato tecnico della copertura previsto dall'articolo 4, ma detta anche altre disposizioni necessarie all'attuazione della legge stessa.

 β–Ί Maggiori info e dettagli: β˜Ž 0736 251038 - βœ‰ info@gruppoinnovare.com 

ECEM: Tecnico Esperto in Sicurezza CEM

ECEM: Tecnico Esperto in Sicurezza CEM - gruppoinnovare

 

CAMPI ELETTRICI, MAGNETICI ed ELETTROMAGNETICI

Valutazione del rischio, misure e protezione.

Gli esperti del nostro team hanno seguito un percorso di qualificazione professionale, in termini di compiti e responsabilità inerenti alla valutazione del rischio professionale derivante dall’esposizione dei campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici, che attesta il “possesso di conoscenze specifiche in materia” come richiesto dall’ Art.181 comma 2 del D.Lgs.81/08 qualificandosi come “ECEM”.

 

Il compito del Tecnico Esperto in Sicurezza CEM è la conoscenza specifica in materia e un’adeguata qualificazione in riferimento alle tipologie di sorgenti e alle applicazioni, agli effetti sulla salute, ai nuovi livelli d’azione e limiti di esposizione da considerare, ai sistemi di prevenzione e protezione da adottare, agli interventi di risanamenti e relative verifiche.

Per la valutazione del rischio, le misure e protezione in materia, sulle normative e le tecniche di misura dei campi elettro magnetici emessi dalle sorgenti maggiormente presenti in situazioni di vita, di lavoro, sanitarie nonchè nell'ambiente in relazioni alle disposizioni specifiche per la tutela della popolazione affidatevi ai nostri esperti che saranno in gradi di:

  • individuare ed analizzare le sorgenti CEM tra qui quelle "giustificabili";
  • conoscere gli effetti sulla salute;
  • definire gli obblighi di legge per le varie figure coinvolte;
  • organizzare le misure di prevenzione e protezione e le eventuali misure di risanamento;
  • effettuare stime/calcoli/misure ed interpretare i risultati;
  • conoscere la strumentazione di misura adeguata ed i criteri di scelta;
  • conoscere gli obblighi dei fornitori dei sistemi CEM e usare le banche dati;
  • stendere la relazione tecnica finale per il documento di valutazione dei rischi aziendali;
  • illustrare scenari di rischio ed i relativi aggiornamenti criteri di valutazione nel caso di tecnologia RM.

β–Ί Maggiori info e dettagli: β˜Ž 0736 251038 βœ‰ info@gruppoinnovare.com 

VISITATORI

Brochure Gruppo Innovare Srl

Brochure Gruppo Innovare Srl - gruppoinnovare

#GruppoInnovareSrl

SOCIAL

SOCIAL - gruppoinnovare

Segui i nostri aggiornamenti su LinkedIn

SOCIAL - gruppoinnovare

Canale Youtube