Home » Notizie

Notizie

MUD 2017 E PROROGA PER IMPRESE COLPITE DA EVENTI SISMICI

MUD 2017 E PROROGA PER IMPRESE COLPITE DA EVENTI SISMICI - gruppoinnovare

 

La scadenza per la Comunicazione Annuale al Catasto dei Rifiuti (MUD) è fissata per il prossimo 30 aprile 2017 (essendo il 30 aprile un giorno festivo la scadenza è prorogata al giorno successivo non festivo ossia 2 maggio 2017).

 

Per le imprese colpite dagli eventi sismici del 2016 e 2017 aventi sede nei Comuni individuati negli allegati 1 e 2  ( per approfondimenti http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2016/10/18/16G00205/sg) del DL 17 ottobre 2016 n. 189 sono state inserite le seguenti disposizioni:  

  • proroga al 31 dicembre 2017 della scadenza per la presentazione del Mud 2017
  • possibilità di non presentare il Mud (limitatamente al 2017) in caso di perdita dei dati a causa degli eventi sismici, previa comunicazione alle autorità competenti.

I soggetti obbligati a presentare il MUD sono:
1) imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
2) imprese ed enti, con più di dieci dipendenti, produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti:

  • da lavorazioni industriali,
  • da lavorazioni artigianali,
  • dall’attività di recupero e smaltimento di rifiuti, nonché di fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento di fumi;

3) chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti;
4) commercianti e intermediari di rifiuti senza detenzione;
5) chi svolge operazioni di recupero e di smaltimento rifiuti;
6) imprenditori agricoli produttori di rifiuti pericolosi con un volume d’affari annuo superiore ad euro 8.000;
7) enti e professionisti, organizzati come impresa (per esempio cliniche, poliambulatori, ecc.) che erogano prestazioni sanitarie con relativa produzione di rifiuti pericolosi;
8) consorzi costituiti con finalità di recupero di particolari tipologie di rifiuti;
9) Comuni o loro consorzi o Comunità montane o Aziende speciali, per la raccolta e gestione di rifiuti urbani e assimilati e per la gestione di rifiuti speciali;
10) gestori del servizio pubblico per i rifiuti pericolosi conferiti da produttori in base ad apposita convenzione.


Attraverso il MUD devono essere denunciati i rifiuti prodotti, raccolti, smaltiti, avviati a recupero trasportati o intermediati nell'anno 2016.
La modulistica e le istruzioni per la presentazione sono quelle già utilizzate nell'anno 2016.

Bandi Camera di Commercio AP

Bandi Camera di Commercio AP - gruppoinnovare
 
 
Bando per la concessione di contributi in conto capitale alle imprese della provincia su finanziamenti bancari - Anno 2017

Nel quadro delle  iniziative istituzionali per promuovere lo sviluppo e la competitività delle imprese e del territorio, la Camera di Commercio di Ascoli Piceno, considerata la necessità di contribuire al mantenimento dei livelli occupazionali e della forza competitiva delle imprese della provincia, intende sostenere finanziariamente le imprese che realizzano progetti di investimento nell’anno 2017.

 

 

Bando per la concessione di contributi per la partecipazione a manifestazioni fieristiche nazionali ed internazionali dal 1° gennaio al 30 giugno 2017

Nel quadro delle iniziative istituzionali per promuovere la competitività delle imprese e del territorio,  la Camera di Commercio di Ascoli Piceno, intende favorire i processi di internazionalizzazione, incentivando, attraverso il sostegno finanziario, la partecipazione delle imprese a fiere nazionali e estere.

 

Brindisi inaugurale!

Brindisi inaugurale! - gruppoinnovare

Il 23 marzo 2017 si è svolto il Brindisi Inaugurale dei nostri uffici di Viale Vellei, 16.

Ci sembra doveroso ringraziare tutti coloro che hanno partecipato anche in questo contesto e comunicare che siamo pronti per rimetterci al lavoro e consigliarVi per il meglio.

Le foto dell'evento sono nella sezione fotogallery accessibile anche cliccando qui Visitate la gallery 

Ricordiamo a chi non fosse riuscito a partecipare all'evento che siamo sempre pronti ad accoglierVi.

Le nostre mosse per una partita vincente....

 

Il responsabile protezione dati (DPO)

Il responsabile protezione dati (DPO) - gruppoinnovare

Il 24 maggio 2016 è entrato in vigore il nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati numero 2016/679 che diventerà direttamente applicabile a partire dal 25 maggio 2018. Il regolamento, che ha armonizzato la eterogeneità di disposizioni in materia di trattamento e protezione dei dati personali, esistente in Europa, ha creato dei nuovi profili professionali.

Rispetto al responsabile del trattamento dati previsto dal D. Lgs 196/2003, il nuovo regolamento prevede la figura del Responsabile protezione dati (DPO).  Questo soggetto assume delle responsabilità, che comportano anche, in caso di violazione, l’applicazione di sanzioni pesantissime, che nulla hanno a che vedere con le sanzioni, tutto sommato ancora modeste, che il precedente decreto legislativo prevedeva.

Un altro aspetto di estrema importanza riguarda anche il fatto che vi è una responsabilità in solido fra il titolare del trattamento ed il suo responsabile, a riprova del fatto che il titolare deve assumere ogni ragionevole cautela ed ogni ragionevole prudenza nell’individuare un soggetto, che possa operare come responsabile del trattamento di dati personali.

Tutte le grandi aziende che trattano dati personali sono obbligate a designare un DPO.

ISO 13009 Certificazione gestione spiagge

ISO 13009 Certificazione gestione spiagge - gruppoinnovare

Oggi, nell’esperienza turistica, la bellezza di una località è legata sempre più alla qualità dei servizi offerti, alla sicurezza delle strutture e alla loro sostenibilità ambientale.

 Nell’ambito del turismo balneare l’Organizzazione degli Standard Internazionali (ISO) ha emanato una norma, la ISO 13009, che fornisce una guida per aiutare gli operatori a gestire le spiagge di cui sono responsabili, utilizzando un approccio coerente basato sulle best practices internazionali.

 

 Oltre alla organizzazione generale della spiaggia, questo standard internazionale include altri aspetti importanti, come la fornitura di efficaci informazioni sulla sicurezza della spiaggia, efficace segnaletica, l'accesso confortevole alle strutture, un adeguato sistema di supervisione e soccorso, pulizia e sostenibilità ambientale delle zone servite.

 Certificarsi secondo la norma ISO 13009, significa dimostrare al mercato turistico nazionale ed estero di sostenere una gestione della spiaggia conforme alle best practices internazionali, e dimostrare in modo imparziale e oggettivo una capacità gestionale eccellente nel momento in cui verranno affrontate le problematiche legate al nuovo sistema di affidamento delle concessioni balneari.

Per richiedere maggiori informazioni compila il form nella sezione contattataci

VISITATORI

gruppoinnovare

QR CODE Gruppo Innovare srl

gruppoinnovare

Seguici anche su LinkedIn

gruppoinnovare

Sfoglia la nostra brochure

gruppoinnovare

Segui i nostri aggiornamenti su Google Plus